26/04/2019
Cucinare con i fiori!

Quando parliamo di fiori, soprattutto in primavera, pensiamo alla loro bellezza, al loro colore, al loro profumo. Tuttavia, i fiori non sono solo belli da vedere, ma sono anche buoni da assaporare! Gli effetti benefici dei fiori sono stati già sperimentati dagli antichi Greci e Romani, che li utilizzavano per aromatizzare gli alimenti.
Ovviamente non tutti i fiori possono essere utilizzati in cucina, bisogna quindi fare attenzione, distinguendo quelli eduli da quelli velenosi. L’ideale sarebbe mangiare fiori coltivati personalmente, evitando quindi di ingerire pesticidi e insetticidi. Negli ipermercati sono sempre più spesso disponibili vaschette di fiori freschi che potete trovare nel reparto di frutta e verdura. È indispensabile sapere che l’unica parte commestibile dei fiori è costituita dai petali. Ricordatevi quindi di rimuovere accuratamente pistilli e gambi.
Ecco alcune ricette originali, colorate e profumate!

Risotto alle violette

Il risotto alle violette è un primo piatto perfetto per una cenetta romantica da condividere con il vostro partner. Gli ingredienti sono il riso Carnaroli o varietà analoga specifica per risotti, petali di violette, vino bianco secco, brodo vegetale, sale e pepe.
LA RICETTA
Lasciate soffriggere in padella una noce di burro con lo scalogno tritato, aggiungete il riso e fatelo tostare.
Sfumate con il vino bianco e fate evaporare. Aggiungete poco alla volta il brodo. Quando il riso sarà cotto, salate, togliete dal fuoco, aggiungete i petali di viola e mescolate, spolverando di pepe.

Tagliatelle ai petali di rose con pesto alla calendula

Un’idea diversa dal solito per preparare le tagliatelle fatte in casa è quella di condirle con petali di rose colorate e fiori di calendula.
LA RICETTA
Come nel classico pesto genovese, pestate in un mortaio basilico, aglio, pinoli, formaggio pecorino, parmigiano, olio extravergine d’oliva, sale grosso aggiungendo l’ingrediente speciale: petali di calendula.
Lessate le tagliatelle in abbondante acqua salata, scolate e condite con il pesto di calendula servite decorando con petali di rosa.

Insalata di quinoa, fagiolini ed erba cipollina

L’erba cipollina, ingrediente utilizzato con costanza nelle ricette d’alta cucina, trova impiego anche in un fresco piatto casalingo, adatto per le giornate estive.
LA RICETTA
Lessate la quinoa e i fagiolini in acqua leggermente salata.
Saltate in padella pomodorini freschi con olio extravergine d’oliva.
Lasciate quindi raffreddare gli ingredienti e unite il tutto per fare insaporire e amalgamare i sapori.
Condite, infine, con i fiori di erba cipollina e un filo di olio.